Ecco il più grande errore che tutti noi commettiamo quando ripuliamo il nostro armadio, secondo il parere di un’organizzatrice professionale (2)

Quando le è stato chiesto quali sono i primi aggiustamenti che chiunque dovrebbe applicare al proprio guardaroba, Annie ha risposto che tutto può essere riassunto in due parole: grucce uniformi. Il semplice impatto visivo di questo piccolo cambiamento pare essere di grande aiuto per l’organizzazione del proprio guardaroba. Il secondo consiglio è quello di imparare a piegare i vestiti in un modo preciso (per la sottoscritta un’impresa a dir poco impossibile), per poi disporli per categoria e colore, in modo da rendere il vostro armadio esteticamente piacevole alla vista oltre che molto organizzato.

Altri consigli prevedono l’uso di prodotti che possano supportare l’ordine del vostro armadio, come scatoloni trasparenti per conservare le scarpe, dei divisori per conservare i calzini piegati o i vestiti appesi, dei divisori per cassetti per lasciare i vestiti nei cassetti in ordine e così via. Un altro consiglio facile che molti di noi non seguono è quello di mettere via il nostro bucato subito dopo averlo asciugato. Senza lasciarlo ad attendere per giorni (*coff coff* come fa la sottoscritta *coff coff*).

E per quanto riguarda quali vestiti tenere e quali dare via? Il suo consiglio è quello di smetterla di conservare quel vestito che provate mille volte ma in realtà non indossate mai, lasciandolo nel fondo dell’armadio. Semplicemente la cosa non è utile, e non comincerà ad essere utile per magia dopo qualche giorno. Quindi ditegli addio e donatelo a qualcuno che possa davvero indossarlo con piacere.

E per i più disordinati che hanno un armadio che sembra appena uscito da un film dell’orrore o una perquisizione poliziesca? La prima cosa da fare è quella di rendere il disordine ancora più grande. No, non stiamo scherzando, bisogna essere abbastanza coraggiosi da tirare tutto fuori dall’armadio e portarlo in una superficie di lavoro neutrale (come il letto o il pavimento). Ironicamente, questo è il punto più difficile per molte persone, che sono felici di avere un armadio disastroso fintanto che la camera rimane in ordine.

Una volta tirato tutto fuori, dedicatevi ad una sezione per volta, decidete da dove cominciare e cominciate a ripiegare tutti i vestiti e a disporli in una parte a loro dedicata nell’armadio, in modo da poter vedere chiaramente (per la prima volta) quanto spazio avete a disposizione nel vostro guardaroba.

Il più grande consiglio che Annie si sente di dare a chiunque abbia preso la coraggiosa decisione di stravolgere il proprio guardaroba è quello di entrare in uno stato mentale che gli permetta di vedere tutto dal difuori e concentrarsi sul suo obiettivo. IN questo modo potrete iniziare il processo di pulizia con eccitazione, nella prospettiva di sentirvi meglio sia emotivamente che fisicamente. Ricordatevi che state solo semplificando il percorso che vi porterà a vestirvi molto più facilmente giorno dopo giorno.

In questo modo riuscirete a sentirvi dei veri e propri adulti con la loro vita nelle loro mani, e questa è una delle sensazioni più belle che si possano provare (insieme a quella di aver finalmente trovato quel vestito rosso che cercavate da giugno 2016 e che era finito nel fondo del vostro armadio).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *